articolo

Ultime considerazioni


17.09.2008 - Andrea Pirrello

Il Machete è giunto al termine dell’avventura veneziana, sano e salvo. Abbiamo visto cose che voi umani non potete immaginare…. Ragazzine attendere, ore e ore sotto il sole, la passerella di Brad Pitt; spettatori russare durante interminabili visioni cinematografiche, e altri uscire quasi accecati dalla luce del sole dopo la visione di Melhancolia; abbiamo visto numerosi, eccentrici imbucati alla festa di Ciak, e lunghe, lunghissime, interminabili file per entrare alle proiezioni più improbabili…. Ma nonostante le avventure, abbiamo comunque provato a comprendere e definire in che condizioni vive il cinema oggi, e soprattutto in quale direzione sta andando. La selezione della Mostra ci ha lasciato perplessi in questi giorni. Non sembrava dare spazio a novità concrete. Ma bisogna ammettere che abbiamo scovato, dopo lunghe ricerche, pellicole degne di nota che non hanno ancora una distribuzione come “Sell out”, a cui noi tutti ci siamo affezionati, oppure “Below sea level”, anch’esso senza una distribuzione, ma più fortunato per aver vinto il premio Orizzonti doc. Da segnalare anche il prezioso “La fabbrica dei tedeschi” di Mimmo Calopresti, uno dei pochi casi di cinema civile della Mostra. Come osservatorio sul cinema mondiale il Festival sembra non aver portato al grande pubblico novità eclatanti. La grande macchina del cinema sembra ferma, e quello italiano in preda a un invecchiamento precoce. Non è un caso, forse, che il premio per la miglior opera prima sia andato a Gianni Di Gregorio per “Pranzo di ferragosto”, acuta e divertente commedia italiana, ma tutt’altro che giovane. A chi si rivolge il cinema italiano? Viene da domandarsi dopo aver visto i film di Ozpetek, Avati, e Corsicato (i più attesi in concorso). Continueremo a farci questa domanda, sperando di trovare una risposta, e nuove sorprese, nei prossimi Festival…. A presto

articolo precedente| torna indietro | segnala articolo | permalink | social bookmark | versione stampa | sezione superiore | articolo successivo