articolo

Tutto Musica


28.08.2008 - Davide Ferrara

Domenico Modugno, cantante sopraffino e artista a tutto tondo, decise a un certo punto della sua carriera professionale di dedicarsi a una sua grande passione: il cinema. Una sera, trovandosi a discutere col suo grande amico e collaboratore Franco Migliacci (con il quale scrisse nel 1958 Nel blu dipinto di blu), “Mister Volare” ebbe l’ispirazione e gli disse: «Perché non ti fai venire un’idea per un film musicale, che non costi troppo (…), che non sia il solito musicarello all’italiana…?».
Fu così che nel 1963 nacque Tutto è musica, scritto, diretto e interpretato dallo stesso Modugno. L’idea di fondo del film è che la vita, anche quella di tutti i giorni, con tutte le sue innumerevoli sfaccettature, è musica. Una carrellata di episodi, contrappuntata da un incalzante montaggio di immagini di vita quotidiana, introdotti e accompagnati dai brani più famosi del cantante pugliese, come Nel blu dipinto di blu, L’uomo in frack, ecc. Su tutti, i due episodi più toccanti sono indubbiamente, la storia di un uomo che, per dimenticare la moglie morta da poco, decide di affogare il proprio dolore nell’alcool; e le intense vicissitudini di un cavallo, inizialmente salvato in extremis dal macello e, in seguito, sfruttato in una miniera per finire ucciso dal suo padrone, perché ormai vecchio e inutile. Tra i vari interpreti della pellicola da segnalare la presenza della coppia comica Franco Franchi - Ciccio Ingrassia, che si cimentano nella gustosa parodia di due imbroglioni da quattro soldi gabbati da turisti tedeschi più furbi di loro. Nel complesso un film ricco di poesia e incoscienza, caratterizzato, a tratti, da evidenti richiami al cinema neorealista di De Sica e Zavattini e, soprattutto, a maestri come De Sica e Fellini, dai quali strappa a piene mani la capacità di narrare con le immagini storie semplici, ma dal forte valore simbolico e contraddistinte da un costante retrogusto dolce-amaro.

articolo precedente| torna indietro | segnala articolo | permalink | social bookmark | versione stampa | sezione superiore | articolo successivo