articolo

Diario di bordo FIF Roma '11 - Parte V


01.11.2011 - Valeria Roccella

 

La quinta giornata della 6° edizione del Festival Internazionale del Film di Roma si tinge di terrore: ed ecco il red carpet del film norvegese-svedese in concorso Babycall di Pal Sletaune  insieme al cast tra cui spicca Noomi Rapace ormai famosa dopo la trilogia Millennium.
Successivamente si cerca di smorzare i toni con un divertente Butter e un sempre amato lungometraggio animato dalla famiglia Miyazaki From Up On Poppy Hill che non smette mai di far sognare.

 

 

Subito dopo il tappeto si tinge di giallorosso: per presentare il film 11 Metri The Penalty di Francesco Del Grosso si sono presentati esponenti della Roma (insieme a loro anche Carlo Verdone) per la gioia di moltissimi tifosi accorsi alla passerella riempiendo il passaggio di magliette, striscioni, bandiere e cori.
Da bandiere e cori si passa a occhialini 3D con la proiezione in anteprima di alcuni minuti più backstage di Hugo Cabret, nuova opera del geniale e sempre giovane Martin Scorsese, con accompagnamento di lettura di parti del romanzo da cui è tratto .

 

 

Più tardi invece si è passati all'eccentrico con la passerella sul red carpet di Jes Benstock e il suo The British Guide To Showing Off all'nno di libertà totale di espressione toccando svariati temi.
La notte del 31 ottobre(ormai anche da noi americanizzata con la serata halloween) si ha assistito alla lezione di horror con James Wan e la sua ultima opera Insidious.
Gruppi di amici si son riuniti in sala per condividere il terrore a suoni di grida e risate nervose tra un colpo di scena improvviso e l'altro.
Ottobre è concluso...la serata di premiazione è sempre più vicina!!!

 

articolo precedente| torna indietro | segnala articolo | permalink | social bookmark | versione stampa | sezione superiore | articolo successivo